🧰 kSC #36: A SCUOLA DI PRODUTTIVITà...

DA CAL NEWPORT

Ehi ciao 👋,

questo è il numero 35 del Kit di Sopravvivenza per Creator.

E oggi ti svelerò 3 lezioni di produttività che ho imparato da Cal Newport.



TL;DR

  • A scuola di produttività da Cal Newport;

  • Una risorsa per la tua audience building;

  • Una risorsa per la tua produttività;

  • Una risorsa per la tua monetization.

Il tempo di lettura previsto è: 4 minuti.


Ok, se ti appassiona la produttività di certo avrai sentito parlare di Cal Newport.

È un insegnante alla Georgetown University ma è anche uno scrittore, blogger e podcaster.

Io l'ho conosciuto grazie ad alcuni libri di non poca fama: "So good they can't ignore you", "Deep Work", "Digital Minimalism" e "A World Without Email".

Insomma, come avrai potuto intuire da questi titoli: è un esperto di produttività.

Lo conosco da anni, ma è solo in questi mesi che ho approfondito lo studio dei suoi insegnamenti.

E prima ancora di testare il suo sistema di produttività in totale, ho pensato di mettere in pratica solo alcuni principi che ne sono alla base.

E il risultato è stato strabiliante.


A SCUOLA DI PRODUTTIVITÀ DA CAL NEWPORT

Ma facciamo un passo alla volta. Quali sono i principi che mi hanno colpito di più delle opere di cal?

  • L'importanza del Deep Work;

  • L'impatto degli strumenti sulla tua produttività;

  • Anche la comunicazione dovrebbe essere produttiva.

Ti parlerò un attimo di questi concetti e di come li ho messi in pratica, poi ti rivelerò il loro impatto.

Ci sei?

Possiamo iniziare allora.


L'IMPORTANZA DEL DEEP WORK

Ok, partiamo dalle basi.

Cos'è il deep work?

Per fartela breve, è la capacità di lavorare su degli obiettivi, in sessioni di concentrazione lunghe e senza interruzione.

Quando prendi la tua task list, cominci ad affrontare i punti del giorno, indossi le tue cuffie (oppure no), escludi tutte le distrazioni e entri nel flow per 60-90 minuti, puoi essere fiero di te: hai realizzato una sessione di deep work.

Come potrai intuire però, riuscire a fare una sessione di deep work non è tanto semplice.

Perché il mondo è pieno di distrazioni, ci sono le notifiche, gli smartphone, i social e tutto quello che vuoi: un bel casino.

Quindi quale sarebbe la lezione? Che ti devi concentrare?

In realtà no, il fatto che per lavorare al meglio ti devi concentrare è una cosa ovvia.

La lezione è che l'abilità di lavorare in deep work è rara.

E il mondo esterno, dal canto suo, è sempre più invasivo, sempre più forte nel distrarci.

Così, con sempre più distrazioni e sempre meno persone in grado di lavorare in deep work, quelle poche persone in grado di lavorare in deep work avranno un vantaggio competitivo sulle altre.

E come come metto in pratica questa cosa?

Ogni mia giornata lavorativa è strutturata in 4 blocchi di deep work: due da 90 minuti e due da 60.


L'IMPATTO DEGLI STRUMENTI SULLA TUA PRODUTTIVITÀ

Ora, c'è una cosa importante da dire.

Lavorare in deep work non è un talento, non è qualcosa con cui nasci e che rimane stabile per tutta la vita.

È un'abilità e la puoi allenare di giorno in giorno, proprio come un muscolo.

Ma non dipende solo dall'allenamento, ci sono altre cose che puoi fare per facilitare le tue sessioni di deep work:

  • puoi modificare il tuo ambiente di lavoro;

  • puoi organizzare i tuoi strumenti di lavoro.

Basta poco per fare modifiche del genere.

Io, per esempio, ho un tipo di cuffie apposta per il deep work (di quelle che cancellano i rumori esterni ecc).

Inoltre, sfrutto la funzione "Full Immersion" di Mac e IOS per eliminare le notifiche all'avvio delle sessioni di lavoro.

E insieme a Beatrice ho strutturato l'intero workspace di Notion Builders per facilitare le sessioni di deep work.


ANCHE LA COMUNICAZIONE DOVREBBE ESSERE PRODUTTIVA

La comunicazione merita un paragrafo a parte.

Per molto tempo, ho pensato che le notifiche e-mail, di Whatsapp o Slack fossero un prezzo da pagare inevitabile.

Quando collabori con altre persone è fondamentale restare in comunicazione e quindi le notifiche sono inevitabili.

Solo che mi sbagliavo.

"A world without email", in particolare, mi ha fatto capire che potevo creare un flusso di comunicazione (tra me e Beatrice) che supportasse il nostro lavoro invece di ostacolarlo.

E questo che significa?

Che gestiamo le comunicazioni in modo asincrono, su Notion, grazie a diversi processi di cui magari ti parlerò in un'altra newsletter.

Perché il nemico più infame del deep work è il context switching (cambiare scheda del browser, interruzioni dovute alle notifiche e tante altre distrazioni) e non è vero che non lo si può sconfiggere.


Insomma, come hai potuto leggere fin qui, ho cercato di implementare queste tre lezioni nella mia vita quotidiana e qual è stato il risultato?

Non mi sono mai sentito cosi produttivo.

E non si tratta solo di percezione ma anche di risultati oggettivi, misurati col numero di cose fatte e dalla loro qualità.

E questi risultati mi spingono a testare l'intero sistema di produttività creato da Cal.

Lo vedo come un esperimento interessante e che potrei documentare in dettaglio da qualche parte.

Ti interesserebbe un contenuto di questo tipo?

Fammelo sapere con una risposta a questa e-mail, dai che sono curioso.

E direi che con questo è tutto, buona settimana e beccati le risorse.

👥 UNA RISORSA PER FARE AUDIENCE BUILDING

Uno dei modi migliori per far crescere la tua audience (insieme al tuo prodotto/servizio) è quello di fare build in public.

Ma in quanti formati di contenuto si può fare build in public?​


🚀 UNA RISORSA PER LA TUA PRODUTTIVITÀ

Che l'intelligenza artificiale sia una grande svolta è per tutti noi una certezza.

Ma che ha impatto ha sulla produttività delle persone?

E soprattutto, questo impatto è maggiore o minore rispetto a quello dei computer?​


💸 UNA RISORSA PER LA TUA MONETIZATION

È sempre meglio avere numeri più grandi?

Si potrebbe pensare che, almeno nel caso delle conversioni del tuo servizio/prodotto, la risposta sia si.

Ma invece, potrebbe non essere cosi.​


🚀 E QUANDO VORRAI, ECCO COME TI POSSO AIUTARE

  1. Puoi scaricare Easy Second Brain e rendere il tuo Notion meno caotico. ​Lo trovi qui.​

  2. Puoi scaricare Easy Content Strategy ed usare il mio sistema per creare contenuti. ​Lo trovi qui.​

  3. Possiamo fare una call sul tuo spazio Notion. ​Prenotala qui.