🧰 kSC #31: youtube, guida per creator...

SPROVVEDUTI!

Ehi ciao 👋,

questo è il numero 312 del Kit di Sopravvivenza per Creator.

E oggi ti racconterò dei 3 errori che ho fatto nel creare il mio primo video su Youtube.



TL;DR

  • Youtube: guida per creator sprovveduti;
  • Una risorsa per la tua audience building;
  • Una risorsa per la tua produttività;
  • Una risorsa per la tua monetization.

Il tempo di lettura è di 4 minuti.



Ok, come (spero) avrai saputo, ho pubblicato da qualche giorno il mio primo video su Youtube.

Diciamoci la verità, era necessario.

I tutorial su Notion sono difficili da scrivere (e da leggere), è molto meglio mostrare certe cose in video.

Inoltre, con Youtube, posso andare a risolvere un piccolo problema riguardo il mio creator funnel.

Ma questo non è il punto della newsletter di oggi.

Oggi ti voglio raccontare di 3 cose a cui dovresti fare attenzione nella creazione del tuo primo video su Youtube.


YOUTUBE: GUIDA PER CREATOR SPROVVEDUTI

Sono sempre stato del parere che fatto è meglio che perfetto.

Per questo, quando qualche settimana fa ho deciso di cominciare a pubblicare video su YouTube, mi sono buttato abbastanza "a caso".

Ho comprato un po' della strumentazione necessaria, ho preparato uno script e mi ho registrato.

L'idea su cosa pubblicare già c'era (LinkedIn mi aveva aiutato), un po' di competenze nel montaggio video le ho e nel corso di una giornata ho pubblicato il primo video.

Ora, ovviamente, questo primo video non è perfetto, anzi.

Ci sono state delle sbavature nel processo di creazione e alcune erano previste, altre no:

  • Youtube e newsletter sono due cose diverse;
  • gli script sono infami;
  • Youtube non si fida.

DEVI FARE UNA RICERCA, UNA CHE NON FAI PER LA NEWSLETTER

Questo è il punto più importante.

E quello che non avevo proprio ipotizzato.

Il fatto è che i video su YouTube non sono come le newsletter.

C'è un tipo di ricerca che non è necessario fare per le newsletter e che invece è fondamentale per i video su YouTube.

Pensaci, come fai a vedere un video su YouTube?

Vai sulla piattaforma, cerchi quello che ti interessa, il motore di ricerca ti propone una lista di risposte e tu scegli quella che più ti aggrada.

E come fa un video ad avere un posizionamento in quella lista?

Perché, proprio come con la SEO di Google, vuoi che il tuo video finisca ai primi posti di quella lista, così le persone lo vedranno ecc.

E proprio come con la SEO di Google, devi creare il contenuto in modo tale che rispetti i criteri di posizionamento previsti dall'algoritmo di YouTube.

Quindi, devi fare una keyword research, devi dire le parole giuste nel corso del video, utilizzare gli hashtag adatti nella descrizione del contenuto e tante altre cose del genere.

Se non lo fai, il video avrà poche probabilità di finire nella prima pagina di YouTube.

Insomma, non è come una newsletter.

Alle mie newsletter ci accedono le persone che arrivano da LinkedIn (e da Youtube), il traffico è pilotato e non richiede ricerca.

Più attenzione porto da LinkedIn (o Youtube) e più lettori (o iscritti) ci saranno alla newsletter.

Insomma, è una bella differenza.


FAI ATTENZIONE ALLO SCRIPT

Questo punto invece sapevo che era necessario, ma non pensavo avrebbe creato tanti problemi.

Mi aspettavo che creare lo script del primo video fosse più facile: mi bastava un elenco di punti che facesse da canovaccio per andare spedito.

Sbagliato.

Con uno script così strutturato, ho provato a registrare il video per 4-5 volte e non ho avuto successo.

Poi ho capito che era meglio scrivere in dettaglio cosa avevo intenzione di dire, l'ho fatto ed ho registrato.

Ma ho fallito di nuovo.

Perché questa volta non ricordavo cosa dovevo dire e mi perdevo.

Quindi ho riletto lo script e l'ho capito, l'ho reso parte del mio discorso senza recitarlo a memoria (o leggerlo) e le cose sono andate meglio.

Insomma, ho scritto lo script in dettaglio ma l'ho utilizzato quasi a braccio: un mix efficace.


YOUTUBE NON SI FIDA

Di questa cosa non ne avevo manco idea.

Ho registrato e montato il video nel corso della stessa giornata, perchè mi sono ridotto all'ultimo con la deadline che mi ero posto: alle 18 il video doveva uscire.

E alle 17.45 vedo con orgoglio che la terza esportazione del video era andata bene.

Apro YouTube e comincio a caricare il video, scrivere la descrizione e al suo interno inserire i link vari.

Ma ecco che arriva il primo stop.

Per caricare un video più lungo di 10 minuti serve la verifica dell'indirizzo e-mail.

Ok, verifichiamola.

Procedo con l'inserire i link, ma Youtube mi ferma di nuovo: per poter inserire i link devo aver verificato la mia identità.

Posso farlo via telefono, ma parlo a telefono solo quando ordino qualcosa fuori.

Posso farlo caricando una foto del mio documento d'identità, ma non so manco dove sia.

Posso farlo con un'altra opzione che non ricordo, ma che era altrettanto improbabile.

Quindi che faccio?

Non inserisco link, sono le 18 e il video devo uscire, li inserirò in un secondo momento.

E ovviamente quel secondo momento è arrivato dopo 4-5 giorni.


Insomma, come puoi vedere la creazione di un contenuto dipende molto dalla piattaforma che scegli.

E si, lo so che è un'ovvietà.

Ma fino a quando non ci sbatti la faccia, non te ne rendi mai conto per davvero.

Spero che con questa newsletter però, ti risparmi questi errori e tu possa farne tesoro.

E direi che per oggi è tutto, buona settimana e beccati le risorse.

Daniele

👥 UNA RISORSA PER FARE AUDIENCE BUILDING

Una delle sfide che trovo più difficili riguardo il build in public è quella dei format.

Non si può sempre pubblicare grafici dei tuoi risultati, statistiche ecc.

Devono pur esistere altri format per fare Build in public, vero?

È proprio così ed eccone 8 che ti saranno utili.


🚀 UNA RISORSA PER LA TUA PRODUTTIVITÀ

Qual è la tecnica di produttività più potente?

Non è il titolo di una puntata di Dragon Ball, è una domanda lecita.

E questa è la risposta.


💸 UNA RISORSA PER LA TUA MONETIZATION

Vuoi raggiungere risultati, vero?

Lo so, tutti vogliono farlo.

Solo che per riuscirci hai bisogno di alcune cose, soprattutto di tempo.

Inoltre, avrai bisogno anche di un business model.

🚀 E QUANDO VORRAI, ECCO COME TI POSSO AIUTARE

  1. Puoi scaricare Easy Second Brain e rendere il tuo Notion meno caotico. ​Lo trovi qui.​

  2. Puoi scaricare Easy Content Strategy ed usare il mio sistema per creare contenuti. ​Lo trovi qui.​

  3. Possiamo fare una call sul tuo spazio Notion. ​Prenotala qui.